Presentazione
Le Ricerche di FarSiCura
In questa sezione sono presenti le principali ricerche condotte dal centro FarSiCura in ambito di sicurezza urbana. Per ogni indagine Ŕ possibile consultare le informazioni principali e, dove possibile, scaricare il rapporto di ricerca.

Il centro FarSiCura ha svolto negli ultimi anni numerose indagini sul tema dell'in/sicurezza urbana. L'esperienza di ricerca ha consentito in particolare di approfondire la conoscenza del fenomeno sul territorio lombardo, attraverso l'analisi delle rappresentazioni, delle percezioni e delle pratiche di governo
locale dell'insicurezza che caratterizzano Milano e alcuni dei principali contesti urbani della Regione Lombardia.
Le ricerche, realizzate attraverso i finanziamenti erogati dall'ente regionale e in collaborazione con I.Re.R. Lombardia, sono condotte utilizzando un percorso metodologico integrato, rivolto sia all'approccio quantitativo (applicato anche all'analisi di alcune basi di dati innovative rispetto alla percezione di insicurezza urbana), sia all'approccio qualitativo (attraverso il ricorso alle principali tecniche di analisi tra cui l'intervista semi-strutturata e l'organizzazione di focus group).
I materiali di ricerca sono organizzati nelle seguenti aree tematiche: Polizia locale, rischi, sicurezza stradale, sicurezza urbana, vulnerabilitÓ sociale.
Filtro
Elenco Ricerche
2009 - Politiche di sicurezza per lo sviluppo sostenibile del territorio
Committente: Regione Lombardia, Direzione Generale. Protezione Civile, Prevenzione e Polizia Locale

Gruppo di ricerca: Sonia Stefanizzi, Walter Baroni, Enrico De Stefani, Carlo Pisano, Cristian Poletti, Domingo Scisci, Laura Tiozzo, Valeria Verdolini, Silvia Zoboli

Macro area: Rischi

La ricerca costituisce un progetto biennale avviato nel 2008 allo scopo di individuare categorie di rischi non monitorati dal programma regionale PRIM 2007/2010 (Programma Regionale Integrato di Mitigazione dei Rischi) e tuttavia rilevanti nel contesto regionale. Il rapporto identifica inoltre i livelli di pericolosità raggiunti da tali rischi e le possibili politiche di intervento e di mitigazione atte a garantire la resilienza del sistema regionale.

La selezione dei fenomeni rischiosi emergenti, avvenuta in base a criteri di ordine definitorio ed empirico, ha portato all’individuazione delle seguenti categorie di rischio:

  1. Inquinamento atmosferico: impatto sui beni artistici e sulla salute delle persone (radon);
  2. Inquinamento idrico: approvvigionamento acque;
  3. Infrastrutture critiche: energia, reti e servizi del sottosuolo-ambiente e dismissione degli impianti industriali;
  4. Sicurezza stradale: gestione dei flussi di traffico e incidentalità;
  5. Dipendenze e stili di vita;
  6. Invecchiamento progressivo della popolazione: isolamento sociale;
  7. Inserimento seconde generazioni migranti: conflitti culturali e intrafamiliari;
  8. Impoverimento della popolazione lombarda.

Una volta prodotti, per ogni categoria di rischio, brevi dossier di monitoraggio con iniziale indicazione delle politiche possibili, la ricerca ha inteso rendere conto di come alcune dinamiche di manifestazione e di impatto di parte dei rischi identificati (inquinamento e portata delle acque; infrastrutture critiche; sicurezza stradale; dipendenze; isolamento sociale degli anziani; difficoltà di inserimento delle seconde generazioni di migranti) si verifichino nel contesto regionale, con l’obiettivo di offrire indicazioni relative a:
  • Confronti sulla percezione dei rischi emergenti e riflessi sulle policy;
  • Fattibilità di un registro regionale dei rischi attuali ed emergenti;
  • Fattibilità di un protocollo per la gestione delle azioni di comunicazione richieste dal fronteggiamento di un rischio emergente


Tag: rischi rilevanti, rischi emergenti, resilienza, percezione del rischio, politiche di intervento, registro regionale dei rischi
1